Nadia Panigada, da coach delle emozioni a Career Coach

Si parla sempre di branding, di quanto sia importante per la comunicazione e il posizionamento di un marchio o di un professionista ma si parla poco di rebranding. Nella vita reale invece molto spesso chi si occupa di strategie di comunicazione, affronta proprio questo problema spinoso. Se sei un professionista pensaci su, quante volte il cliente arriva da te con le idee poco chiare, anni di comunicazione senza strategia, logo e immagine coordinata che più fantasiosi non si può? Quante volte ti sei sentito dire “voglio cambiare posizionamento”? Oggi ti racconto come ho affrontato un progetto di rebranding per una persona speciale, mia cliente da anni.

Nadia Panigada: nuovo progetto, rebranding e sito

Nadia l’ho conosciuta qualche anno fa e, a parte essere una persona meravigliosa, solare ed entusiasta, è stata anche – e lo è tutt’ora – una di quelle clienti che ti danno la meravigliosa possibilità di creare in libertà. Il primo progetto che ho curato per lei era My Emotional Training, un connubio perfetto tra coaching e fitness, un posizionamento chiaro e una gestione del blog e dei social che toccava temi sia di benessere che di organizzazione delle vita quando si deve affrontare un cambiamento “forte” dal punto di vista fisico. Poi siamo passate alla creazione del suo sito personale, un blog dove poteva parlare solo di coaching, ricco di consigli che le ha permesso di posizionarsi ottimamente su Google come libera professionista.

Colori e posizionamento di My Emotional Training

Colori, stile e posizionamento di My Emotional Training

Negli anni le sue competenze come Coach sono cresciute e, unendo il coaching al suo grande amore precedente per le risorse umane, la sua carriera si è spostata verso il Career Coaching. Con grande successo visto che ha collaborato con aziende non da poco come Linkedin e Coca Cola per citarne solo alcune.

Nadia è arrivata da me nel mese di maggio 2018 quindi con un grande desiderio di cambiare pelle alla sua comunicazione. Non si ritrovava più nel suo blog, troppo colorato e dedicato a un pubblico prevalentemente femminile. Era cresciuta e ora il suo pubblico elettivo sono i professionisti di alto livello che devono riorientare la carriera dopo un rientro in Italia magari dopo anni all’estero, e le aziende che sfruttano le sue capacità per creare percorsi interni di crescita professionale.

Quindi il lavoro che si prospettava non era semplice soprattutto perché, grazie al blog già esistente, Nadia era posizionata benissimo su Google e anche Linkedin. Come fare per non perdere posizioni ma creare un progetto di rebranding in cui si rispecchiasse?

Rebranding: cosa significa e come riposizionare un sito web

Prima di tutto abbiamo analizzato la situazione e capito i nuovi punti di forza di Nadia su cui puntare. Per me è una cliente storica quindi non è stato difficile e in una riunione ci siamo capite al volo anche se ovviamente da parte mia ci sono state molte domande, tanta analisi, tanta ricerca.

Il nuovo logo elegante e distintivo

Poi abbiamo studiato l’aspetto tecnico insieme ai miei collaboratori di Polygon Studio: il blog era posizionato in prima pagina di Google con diverse chiavi di ricerca tra cui “career coach a Milano”, “Nadia Panigada” e “Life Coach a Milano”. Era impensabile perdere posizioni.

Abbiamo quindi lasciato online il sito senza nemmeno metterlo in “manutenzione” e abbiamo chiesto a Nadia di avere pazienza e di continuare a scrivere e pubblicare articoli per tenerlo aggiornato. Su un dominio d’appoggio abbiamo creato il nuovo sito e una volta pronto l’abbiamo spostato sul dominio nadiapanigada.it e travasato al suo interno tutto gli articoli del blog creati in anni di lavoro.

La nuova immagine

Il nuovo sito rispetto al precedente doveva essere più professionale ma non triste ne scontato. Doveva esprimere a pieno il carattere di Nadia, schietta e ordinata ma anche creativa. Grazie alla collaborazione con Jacopo Sacquegno, uno sketcher bravissimo, abbiamo studiato colori e creato un video di presentazione unico e direi inimitabile. L’esclusività passa anche da queste scelte, rendersi facilmente distinguibili e difficilmente replicabili. Un video creato a mano contiene tutte queste qualità.

cosa significa fare rebranding

Lo sketch note creato da Jacopo Sacquegno

I nuovi colori esprimono professionalità e ordine, rendono il testo facilmente leggibile e fanno risaltare i particolari che contano. Il turchese che rappresenta la calma, l’armonia, la fiducia, la pulizia e la lealtà ma in questa sfumatura molto “viva” permette di cogliere al volo titoli e punti importanti di testo. Il grigio nelle sue sfumature che invece ispira neutralità, intelligenza, solidità e modernità. Il grigio crea anche un certo distacco emotivo, fondamentale per dare un’idea professionale, ma deve essere usato nelle sfumature giuste e nel modo giusto per non risultare triste.

Il nuovo logo è molto elegante e distintivo: la firma – vera! – di Nadia che spicca su una pennellata di colore e una chiara identificazione del suo lavoro.

Rebranding con un occhio speciale alla UX

Nadia voleva un sito onepage, dove l’utente potesse trovare tutto il necessario per conoscerla ed entrare in contatto con lei in una sola pagina. Impresa non semplice perché ci sono molti contenuti nel sito. Ho studiato una struttura della homepage che come prima cosa facesse capire subito chi è Nadia e che lavoro fa ma soprattutto quali percorsi offre a professionisti ed aziende. Iscriversi alla newsletter o leggere gli articoli del blog risulta facile e intuitivo anche per un utente web non proprio esperto.

rebranding cosa significa e come farlo

Una parte della Home del nuovo sito di Nadia

Una seconda pagina racconta nei dettagli la storia di Nadia, chi è, cos’ha fatto e come può lavorare con il cliente per aiutarlo ad ottenere i risultati desiderati. Un piccolo riassunto dei percorsi possibili e ovviamente un bel modulo di contatto chiudono la pagina “Chi sono”. Il tutto messo online la seconda settimana di luglio – quindi in meno di due mesi –  dopo aver rebrandizzato anche la newsletter e i canali social. Tempi record dovuti anche alla super disponibilità e fiducia di Nadia 🙂 dopo aver letto tutto l’articolo è il momento anche per te di vedere il nuovo sito di Nadia Panigada e darmi il tuo parere!

Fare rebranding di un’azienda o di un professionista non è un lavoro semplice e richiede prima di tutto una grandissima conoscenza del perché occorre fare rebranding. Da lì si può iniziare a pensare al come ma ovviamente serve uno studio strategico e di posizionamento, analisi e un’attenzione particolare al non perdere i risultati acquisiti in precedenza e che si vogliono portare nel nuovo percorso.

Aggiornati e ricevi un regalo!

Vuoi rimanere aggiornata sulle date dei miei corsi di formazione e sui webinar online? Iscriviti alla mia newsletter, ti prometto che non ti riempirò la casella di post@ ma ti aggiornerò solo su cose davvero utili e interessanti per te!

In più avrai gratis la mini guida per scoprire se la tua strategia online funziona.

*
*

Lascia un commento