Quando ho deciso di rimettermi in forma e perdere qualche chilo pensavo fosse solo un capriccio estetico. E invece è stata un’esperienza illuminante, anche per il mio lavoro sul web.

comunicazione web e piano alimentare

All’inizio è solo un fatto estetico

Mi tocca ammetterlo: il mio lavoro di digital strategist e social media manager è bellissimo. Permette libertà che pochi altri lavori permettono: lavorare ovunque, in ogni luogo, in ogni momento senza la necessità di essere in un ufficio stabile. Io poi che ho tutto in cloud su Google Drive ho davvero tutto il necessario sempre con me, anche sullo smartphone.

Ma accanto a queste cose positive c’è il rovescio della medaglia: la comunicazione sul web porta a stare ore e ore seduta, alla scrivania o sui mezzi, con il collo sempre piegato a guardare lo smartphone o la posizione sempre più storta al pc. Gli orari impazziti dell’inizio dell’attività e la poca organizzazione iniziale dei tempi hanno fatto il resto. I chili sono aumentati e l’infelicità pure. Eh sì, perché più ingrassavo, meno mi allenavo, più mangiavo male e di fretta più mi imbruttivo. In un lavoro di creatività e precisione come quello di social media manager invece è necessario essere sempre brillanti, con la mente fresca e pronta ad assorbire le novità, con quel pizzico di curiosità che quando la stanchezza si fa sentire un po’ latita. Insomma, ero in un circolo vizioso di negatività che andava subito debellato.

E così ho preso in mano la situazione e ho cercato, sul web ovviamente, la mia nutrizionista ideale e sono incappata per fortuna mia nella Dott.ssa Rossoni aka Alimentazione in Equilibrio che è diventata non solo la mia nutrizionista ma anche la santa che mi sopporta (“posso sostituire gli anacardi con le noci di macadamia e il latte di nocciole con quello di anacardi..e questo lo mangio prima o dopo l’allenamento, ma se a colazione mi prende la voglia di…“?) e c’è anche scappata una collaborazione di lavoro che ci ha dato grandi soddisfazioni.

Lungimiranza, voglia di farcela e obiettivi chiari

Quando sono andata in studio dalla Dott.ssa Rossoni pensavo di voler solo dimagrire e invece avevo bisogno di una guida che mi dicesse non solo che stavo mangiando male ma che anche il mio fisico aveva bisogno di movimento, tanto movimento. E non la mezz’oretta di palestra due volte alla settimana. Allenamento vero, fatto di corsa e pesi, studiato apposta per me, per riattivare il metabolismo e far esplodere le mie endorfine per darmi energia e positività.

Le prime settimane sono state facili, lo ammetto: l’entusiasmo iniziale è pazzesco, ti fa ripulire la credenza, svuotare il frigo dalle schifezze e all’inizio pesare ogni grammo di alimento è euforizzante. Il difficile arriva i mesi dopo. All’inizio si perde peso, perché il corpo tra alimentazione e allenamento pensa “oh mi Dio, che succede?” ma poi si abitua ed è quello il momento in cui bisogna dare di più. Bisogna avere costanza, non cedere alla noia, inventarsi nuove ricette, cambiare allenamento, aumentare i pesi.

E allora i risultati continuano ad arrivare: diversi dall’inizio ma costanti. E l’energia aumenta, ci si sente fortissimi, ci si sveglia presto per allenarsi. Io che ho sempre sognato di dormire fino a tardi ora mi sveglio senza dover puntare la radiosveglia, mi fiondo giù dal letto e mi alleno. Con gioia. Ebbene sì. Rimango carica per tutto il giorno e non mi son mai sentita così bene, nemmeno a 18 anni.

Una buona comunicazione sul web è come un buon piano alimentare

Da questa esperienza di vita ho imparato tanto, sui miei limiti e sulle mie forze, sulle mie possibilità e sul mio carattere.

Così ho trasportato tutto questo nel mio lavoro è ho capito che un’alimentazione in equilibrio è proprio come una comunicazione web fatta bene:

  • Un buono studio: senza esami e senza il supporto di una brava nutrizionista non avrei raggiunto gli obiettivi che volevo. Così anche nel web senza studio della situazione, senza analisi dei competitors, senza obiettivi chiari e fattibili non si va da nessuna parte. Se non sai da che parte iniziare ad analizzare le tua situazione ti consiglio di fare quattro chiacchiere con me via Skype.
  • Consapevolezza dei propri mezzi e obiettivi realistici: con tutto l’impegno che posso metterci non ho e non avrò mai una struttura esile e filiforme e non diventerò certo più alta. Così nella comunicazione on-line bisogna darsi obiettivi realistici e misurabili. Se durante un cambiamento fisico ci si pesa, ci si misura e si fanno foto, così nel web bisogna decidere, prima ancora di iniziare, che parametri tenere in considerazione (aumento della popolarità, aumento del traffico al sito, aumento dei contatti…) per poter poi fare un raffronto prima/dopo
  • Una buona strategia: vale per l’alimentazione come per l’allenamento. Non posso pretendere il primo giorno di corsa di fare 10km ne di sollevare 10 kg di pesi. Nella comunicazione come nella vita sportiva bisogna procedere un passo alla volta e avere una prospettiva lunga mesi, se non anni, ben pianificata. Per questo creo sempre dei calendari editoriali dopo aver preparato la strategia che si snodano su sei mesi/un anno di tempo. Vuoi scoprire come?
  • Lungimiranza e fantasia: dopo i primi mesi di risultati soddisfacenti si tende un po’ a sedersi sugli allori e a ripetere le stesse ricette, gli stessi allenamenti, gli stessi ingredienti pensando di avere gli stessi risultati. Grave errore, nel web come nella vita. Mai abbassare la guardia e cedere alla comodità! Un contenuto può essere valido per sempre ma va adattato al periodo, modificato, aggiornato, rinvigorito. E poi spazio alla fantasia. Nella comunicazione dirsi “è andata bene l’anno scorso, replichiamo” difficilmente paga.